Razze di capre: quante e quali sono?



Vi siete mai chiesti quante razze di capre esistono al mondo? Spesso, il termine “capra” è usato come un insulto, ma in realtà le capre non sono così stupide come sembrano.

Andiamo ad analizzare tutte le capre che si sono diffuse durante le varie epoche.

Storia e Origini

La capra è originaria del Caucaso e dell’Asia Minore: è molto simile alla pecora per alcune caratteristiche, ma si differenzia molto. Vengono allevate soprattutto per la carne e il latte.

La prima razza di capra più allevata è la caprina: sono tendenzialmente ovini domestici. Vengono allevate per il latte, la lana e la carne.

Saanen

Una delle capre originarie della Svizzera e che viene allevata anche in Italia è la Saanen. La possiamo trovare negli allevamenti intensivi e libera nel pascolo: il suo latte è tra i migliori al mondo.

Una capra che, invece, deriva dal Medio Oriente e che si può trovare in misura minore anche in Italia è la Maltese: il suo è un allevamento allo stato brado.

La razza francese viene utilizzata per la produzione dei famosi formaggi.

Esistono anche le capre nane, originarie della Somalia. In ultimo, ci sono le razze di capre destinate solo alla produzione del famoso Cashmere: il manto varia tra il color crema e il marrone.

Caratteristiche Fisiche e Aspetto

Qual è l’anatomia di una capra?

Sono note per essere animali ruminanti: l’apparato digerente è diviso in tre stomaci aghiandolari e uno ghiandolare.
Riescono persino ad arrampicarsi sugli alberi, con un po’ di fortuna! Le capre e le pecore sono imparentate e presentano delle caratteristiche simili: una differenza sostanziale è la coda. Nelle capre, la coda è rivolta verso l’alto; nelle pecore, la coda è sempre verso il basso.

Essendo stata sempre allevata, la capra si adatta con facilità a qualsiasi territorio o regime alimentare: infatti, è uno degli animali principali allevati nel Terzo Mondo.

Salute e Cura

La capra non necessita di cure particolari: in genere, si preferisce lasciarla libera, perché in questo modo produce più latte. Inoltre, è un animale che ricerca la compagnia e che tende a non sopportare la solitudine.

Le capre destinate alla produzione di lana vengono trattate in maniera diversa: il loro manto deve essere costantemente curato, altrimenti perderebbe di valore.

Curiosità

Avete mai sentito la frase “questione di lana caprina”? Questo idioma indica una discussione inutile, che è come porsi se le capre abbiano il pelo o la lana.

Nelle epoche passate, la pelle della capra era perfetta per creare la pergamena. In alcuni paesi, è tutt’ora utilizzata per la creazione di uno strumento musicale: il bedug.

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *