Lo struzzo: l’uccello più grande e veloce del mondo



Lo struzzo è un uccello che fa parte della famiglia dei Struthionidae. Non può volare ed è tra i più grandi teoropodi viventi.

I paesi in cui è maggiormente presente sono l’area sub-sahariana, il Corno d’Africa, il Kenya, la Tanzania, il Sahel, la Somalia e l’Africa Meridionale. Tuttavia, è stato esportato anche in Australia.

È un uccello maestoso: spesso in molti hanno manifestato il desiderio di allevarlo, pure con scarsi risultati in alcuni casi. In altri, gli struzzi si sono rivelati più inclini all’addomesticamento.

Storia e Origini

Essendo un animale che si trova spesso nel deserto, il suo nome scientifico è Struthio Camelus. È dunque una sorta di riferimento all’habitat in cui si trova, insieme ai cammelli: la struttura fisica e l’organismo dello struzzo fanno sì che questo uccello riesca a vivere nel deserto, nonostante le elevate temperature.

È uno degli animali più antichi al mondo: durante alcuni scavi archeologici in Cina, possiamo affermare che i resti di questo uccello risalgono a 25.000 di anni fa. I Romani e gli Egiziani se ne sono sempre serviti, sia per il piumaggio, sia per la carne, ricca di proteine.

Caratteristiche Fisiche e Aspetto

Possiamo definirlo un uccello molto particolare: nonostante faccia parte di questa specie, non riesce a volare. Il suo corpo è molto robusto e la caratteristica più particolare è sicuramente il collo molto lungo. Le sue mascelle sono molto pieghevoli: di conseguenza, quando spalanca le sue fauci, può incutere molto timore.

Nonostante abbia le ali, sono del tutto inutili, perché lo struzzo non si libra in volo. L’altezza di uno struzzo raggiunge facilmente i due metri e mezzo: per quanto riguarda il suo peso, invece, si attesta sui 150 kg.

Di cosa si nutrono principalmente? Be’, le sostanze vegetali rimangono le loro preferite, dunque possiamo trovare semi, frutti o erbe. Anche i cereali, la crusca e la farina di pesce vanno bene.

In carenza di cibo commestibile, gli struzzi mangiano e beccano una mole di cose, persino metallo o sabbia. Purtroppo, questo li porta a una lenta morte, perché l’organismo non riesce ad assimilare correttamente il cibo.

Curiosità

Non è mai positivo fare arrabbiare uno struzzo. Sembra un uccello piuttosto “carino e indifeso”, ma in realtà un suo calcio ben assestato potrebbe arrivare a uccidere un leone o una iena. Inoltre, potrebbe persino sventrare un essere umano in pochi secondi.

Ovviamente, la curiosità più conosciuta al mondo riguarda la leggenda secondo la quale gli struzzi ripongano la testa sotto la sabbia. In realtà, è solo un modo per guadagnare velocità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *